« Vai al sito CNGEI

Settore Internazionale

Alla scoperta del Mondo

- 09 Febbraio

Scelta laica e spritualità: il CNGEI e Spiriteco

Intervista ai rappresentanti CNGEI all’interno del network europeo sull’educazione alla dimensione spirituale Spiriteco

 

D: Ciao, ho saputo che all’inizio di dicembre c’è stata una riunione di Spiriteco in Lussemburgo. Non ho esattamente capito: cos’è Spiriteco?

R: Bene, cercherò di spiegarti. Spiriteco è una rete di Associazioni scout e guide che promuove attività e riflessioni sullo sviluppo spirituale in accordo con i princìpi e le essenze di WOSM e WAGGGS per tutti i/le giovani, qualunque fede essi abbiano o non abbiano.

D: Spiriteco non è legata ad alcuna confessione religiosa, quindi?

R: Esatto.

Per noi lo sviluppo della dimensione spirituale è un elemento fondamentale dello Scautismo e del Guidismo ed è ciò che ci fa riflettere su noi stessi, sul significato della nostra vita e sulla conoscenza e comprensione degli altri. La spiritualità serve a costruire il nostro futuro e a dargli un senso.

Tutto questo, poi, può riflettersi o meno in una scelta di fede.

D: Questa visione è molto simile, se non uguale, al significato di spiritualità del CNGEI

R: Sì, lo è, ma non si tratta di un caso. Il CNGEI ha partecipato fin dall’inizio alla nascita e allo sviluppo di Spiriteco, insieme ad altre Associazioni europee simili a noi. Con pazienza, poi, in questi ultimi anni abbiamo utilizzato tutte le occasioni che avevamo per spiegare il nostro punto di vista.

D: Mi stai dicendo che altri si sono interessati al progetto ?

R: Sì, certo. La nostra presenza con workshop al Jamboree, alle Conferenze europee e mondiali di WOSM e WAGGGS, a Roverway, al World Scout Moot e ad altre iniziative europee ci ha permesso di ricevere un importante supporto dal Comitato Europeo di WOSM che ci appoggia. Questo ha significato aumentare la rete di Associazioni aderenti e interessate al percorso di Spiriteco.

 

D: Di che numeri stiamo parlando?

R: Al momento in Europa contiamo 18 Associazioni e il sostegno del Comitato WOSM. Abbiamo poi l’interesse di 2 Associazioni extraeruropee e richieste di informazioni dal Comitato Interamericano e Africano. Anche i Bureau Mondiali WOSM e WAGGGS ci conoscono.

 

[I rappresentanti delle Associazioni all’ultima riunione di Spiriteco]

D: E il CNGEI che cosa ci guadagna ?

R: Hai presente quando una Sezione manda un suo capo branco alla Rupe Nazionale, e questo inizia a lavorare alla revisione della Progressione? Partecipare a Spiriteco è qualcosa di simile: ci permette di portare il nostro punto di vista laico all’interno dei documenti che trattano del “Dovere verso dio”, ci permette di spingere i Movimenti mondiali verso la direzione che riteniamo più adatta ai/lle giovani, ci permette di partecipare attivamente e sentire nostro i Movimenti a cui apparteniamo. Oltre a questo ci permette di raccogliere punti di vista ed esperienze che possono tornare utili tanto agli attuali capi quanto alla dirigenza del CNGEI nel momento in cui si lavora sulla spiritualità, dai documenti interni (es. PFS – Progetto di Formazione Spirituale e PEG – Progetto Educativo Globale) alla Promessa.

D: In concreto cosa avete fatto in Lussemburgo? Su cosa state lavorando?

R: Il futuro in effetti è davvero interessante! Abbiamo finito di scrivere lo statuto di Spiriteco e in primavera ci sarà la prima Conferenza Mondiale che eleggerà il Board di Spiriterco. Questo ci permetterà di chiedere a WOSM lo status di “consulenti” in campo spirituale: significa che ogni volta che si affrontano queste tematiche il Movimento ci consulterà! Contemporaneamente stiamo lavorando a workshop e raccolte di materiali sulla spiritualità per poter dare supporto alle associazioni con idee o con corsi di formazione… Tante cose insomma!

D: Bene, allora rimaniamo in contatto ed informateci dei prossimi sviluppi! Buon lavoro!

Marco Sgrignoli e Stefano Casalini – gdl Spiritualità

(Sezioni di Bergamo e Arezzo)