« Vai al sito CNGEI

Settore Internazionale

Alla scoperta del Mondo

Si può fare!

 CNGEI e ARCIGAY insieme per i Diritti

Era l’estate del 2017 quando ricevetti una telefonata dal presidente di Arcigay Mantova La Salamandra, Diego Zampolli. Entusiasta, ma con con un filo di timore, mi disse che volevano organizzare un Pride a Mantova. 

Mi chiede, quindi, se volevamo essere co-organizzatori. Subito mi ricordai quando, nel 2009, fu organizzata a Mantova una fiaccolata contro l’omofobia e non potemmo andarci in uniforme, per la delicatezza del tema e perché noi rappresentiamo un’Associazione, che allora non si era ancora interrogata su queste tematiche in modo esplicito. Di passi avanti la nostra Sezione ma anche la nostra Associazione in questi anni ne ha fatti e, quindi, mi feci trascinare dall’entusiasmo anche io e mi dissi “Si può fare!”

Subito condivisi il progetto in Sezione. Sì, avete letto bene, progetto. Il punto di forza dell’idea de La Salamandra è l’aver ideato un anno intero di Eventi culturali, contattando numerose e diverse Associazioni che si occupano di diritti e con loro costruire un percorso comune. Arcigay, in questi anni, si è interrogata sull’efficacia del Pride arrivando alla conclusione che una unica manifestazione non era la scelta migliore. Hanno deciso, quindi, di creare l’Onda Pride: dare la possibilità ai Comitati territoriali Arcigay di organizzare un Pride locale per raggiungere in maniera più efficace la popolazione. L’Arcigay di Mantova ha colto a pieno questa opportunità facendo dibattiti, proiezioni di film, tavole rotonde. Essere co-organizzatori ha significato, per la nostra Sezione, poter riflettere su questo tema e come prepararci per tempo alla Parata.

Come Sezione ci siamo interrogati su cosa potevamo fare per i nostri soci e le nostre socie, sia adulti che giovani. Sul tema dei Diritti il CNGEI sta lavorando molto e gli argomenti del Settore Internazionale trattati in questo triennio sono stati un enorme supporto. Come Capo Gruppo ho offerto un supporto alle Unità che volevano affrontare questo tema con i propri ragazz@ (con l’enorme aiuto di Stefania Affattato, membro di Co.Con. Internazionale),e tutte le branche (Lupette e Lupetti, Esploratrici ed Esploratori, Rover) hanno svolto attività sul tema. Durante il San Giorgio abbiamo organizzato un evento sulla Costituzione italiana, rivolto ai Rover, agli adulti e ai genitori, invitando numerose esperte e numerosi esperti che hanno trattato il tema dei diritti presenti nella nostra Costituzione, analizzando i primi 12 articoli ossia i diritti fondamentali. Abbiamo invitato anche una socia di Arcigay per parlare, insieme ad uno psichiatra e all’ex Assessora alle pari opportunità, dell’articolo 3:

Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali. È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese

(art. 3, Costituzione della Repubblica italiana, 1947)

Quale articolo migliore offre uno spunto per parlare anche del tema LGBTIQ+?

Per le nostre socie adulte e i nostri soci adulti nonché per i genitori interessati abbiamo organizzato un evento di formazione con Caterina La Cava, psicologa e socia CNGEI della Sezione di Milano,  sulla sessualità e su come affrontare questo argomento con le nostre ragazze e i nostri ragazzi, trovando strategie e approcci per le fasce d’età di cui si occupa il CNGEI, dagli 8 ai 19 anni.

Con alle spalle questo percorso sabato 16 Giugno abbiamo partecipato alla Parata.  Non vi nascondo i timori e le perplessità riguardo alla Parata vera e propria: ci saranno delle situazioni poco piacevoli, delle persone visibilmente ubriache che potrebbero non essere un esempio per le nostre ragazze ed i nostri ragazzi? Personalmente mi presi la responsabilità di intraprendere questo percorso educativo per i soc@ giovan@ e formativo per i soc@ adult@ in Sezione, forte e speranzosa del fatto che tutto ciò non sarebbe successo. Con orgoglio e, non vi nascondo, un po’ di lacrime agli occhi, posso dire che i timori e le perplessità del pre Parata svanirono appena arrivate in piazza.

      

Una piazza di giovani, di colori, di sorrisi di voglia di esserci per dire tutte e tutti insieme: diventa ciò che sei.

La conclusione, da pelle d’oca, di questa magnifica giornata è stato poter portare sul palco Marta, una lupetta, Alice, una rover, e Pietro, un rover che hanno letto davanti a quasi 500 persone e una diretta video sulla pagina facebook CNGEI International il perché è stato importante esserci come scout in uniforme al Pride, testimoniando i nostri valori. Quindi, se vi state chiedendo se si puó andare ai Pride, guardate il video e sentitelo direttamente da loro, fate un percorso educativo con le vostre ragazze ed i vostri ragazzi e non abbiate paura di affrontare questi argomenti con loro.

Si può fare!

Giulia Borroni

Capo Gruppo MN2

Sezione di Mantova